News

31 Dicembre 2021

DECRETO COVID 30 DICEMBRE 2021: LE NUOVE MISURE

Condividi

Il Consiglio dei Ministri ha approvato il 29 dicembre 2021 il nuovo decreto sull’estensione del super green pass e sulla riduzione delle quarantene. La misura è valida anche per chi ha completato il ciclo vaccinale da meno di 4 mesi. Per chi ha eseguito l’ultima vaccinazione da più di quattro mesi, l’isolamento scende da 7 a 5 giorni con tampone. Per i non vaccinati resta di 10 giorni. L’obbligo di Super green pass per i lavoratori non è passato, ma il suo uso, dal 10 gennaio, viene esteso a trasporti pubblici, alberghi, ristoranti all’aperto, impianti sciistici.

Ecco tutte le nuove norme in vigore:

SUPER GREEN PASS – Il Consiglio dei Ministri ha approvato l’estensione del Super Green pass a tipologie di attività attualmente non contemplate dalla normativa. A partire dal 10 gennaio sarà obbligatorio per: trasporti a lunga percorrenza; fiere e congressi; impianti sciistici; alberghi; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose, come i matrimoni; servizi di ristorazione anche all’apertopiscine , sport di squadra e centri benessere anche all’aperto; centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

SUPER GREEN PASS ANCHE PER TPL – Il green pass rafforzato sarà necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

QUARANTENA/1 – Sono state approvate tre categorie di quarantena. La prima include le persone con dose booster o con vaccinazione completata da meno di 120 giorni (4 mesi) che hanno avuto un contatto stretto con un positivo ma non hanno sintomi. Per loro non è più prevista la quarantena ma una forma di autosorveglianza. Fino al decimo giorno successivo all’esposizione al caso, è obbligatorio indossare la mascherina Ffp2. Al quinto giorno dal contatto con il caso positivo Covid-19, l’effettuazione di un tampone con esito negativo.

QUARANTENA/2 – Per le persone in possesso del Green Pass rafforzato da oltre 120 giorni (4 mesi), la quarantena si riduce a 5 giorni dagli attuali 7 con un tampone con esito negativo al termine di questo periodo. Per i non vaccinati, continuano a essere in vigore le attuali regole (quarantena di 10 giorni).

Le regole in vigore fino ad adesso prevedevano, per i contatti “stretti” delle persone positive al virus, un periodo di isolamento di una settimana per chi è vaccinato contro il Covid e di 10 giorni per chi non lo è. Al termine del periodo stabilito, in entrambi i casi, occorre sottoporsi a tampone rapido o molecolare per verificare la positività. In caso negativo, finisce la quarantena.

SERVIZI ESSENZIALI – Nessun giorno di quarantena per chi è impiegato nei servizi essenziali ed è vaccinato con booster e viene a contatto con un positivo. Dovranno però obbligatoriamente indossare la mascherina Ffp2 per circa una settimana.

MASCHERINE FFP2 – Tra i temi affrontati anche quello dei prezzi calmierati per le mascherine Ffp2, ora obbligatorie sui mezzi di trasporto pubblico, in cinema, teatri, musei, stadi, palestre e altri luoghi al chiuso, su cui il governo ha trovato l’intesa. Il prezzo potrebbe aggirarsi intorno a 1 euro. Secondo quanto si apprende alla fine del Consiglio dei ministri, il prezzo delle mascherine Ffp2 sarà calmierato: a sollevare il tema è stato il Pd ma si tratta di una proposta “condivisa”, della quale ora sarà incaricata la struttura commissariale.

CAPIENZE STADI – Il decreto approvato dal Consiglio dei ministri, secondo quanto si apprende da fonti di governo, prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti sportivi all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso.

ALTRE MISURE A GENNAIO – Il Consiglio dei ministri ha approvato un primo blocco di misure e, spiegano fonti di governo, un prossimo Cdm (presumibilmente già nei primi giorni di gennaio) potrà adottare ulteriori misure per fermare l’aumento dei contagi.


Condividi
DECRETO COVID 30 DICEMBRE 2021: LE NUOVE MISURE

Ultimi articoli

News 2 Settembre 2022

RIORGANIZZAZIONE DEL FORUM DEI GIOVANI.

CondividiTutti i giovani di Villamaina di età compresa tra i 16 ed i 34 anni sono invitati a partecipare alla riunione per la riorganizzazione del forum dei giovani che si terrà il giorno 6 settembre alle ore 18.

torna all'inizio del contenuto